Tombola Napoletana: le origini

La Tombola Napoletana è un gioco da tavolo nato appunto a Napoli nel XVIII secolo, nacque in principio come alternativa al gioco del lotto. Viene giocata per lo più in famiglia durante le feste natalizie, quando le famiglie si riuniscono. Ogni numero, che va a 1 a 90, è associato ad una parola detta anche Smorfia. Nella Smorfia Napoletana i termini sono a volte scurrili, puoi vedere tutte le associazioni dei numeri della tombola napoletana alle parole nella pagina dedicata : parole e numeri della Smorfia Napoletana

Origini tombola napoletana

Le origini sono da ricercare in a Napoli nel 1734, al tempo governata da Re di Napoli e Sicilia Carlo di Borbone.

La tombola nacque da una diatriba tra Re Carlo di Borbone e il padre Gregorio Maria Rocco. Al tempo il gioco del Lotto era clandestino, Re Carlo volle regolamentarlo per fare in modo di portare più soldi nelle casse dello stato. Padre Gregorio si oppose e si schierò con i cittadini, giustificando il gioco come un diletto da parte dei fedeli per distrarli dalla preghiera.

Re Carlo però dichiarò il gioco del Lotto proibito durante il periodo di Natale per non distrarre i fedeli dalla preghiera.

Così la gente cominciò a giocare ad una versione casalinga del Lotto tra le mura domestiche nel periodo di Natale. I numeri del Lotto furono messi in cesti di vimini, furono create delle tessere cilindriche (le tessere ricordavano il tombolo di una volta che si usava e si usa per ricamare e cucire) con sopra disegnati i numeri da 1 a 90, così la versione casalinga del Lotto divenne quella che oggi conosciamo come Tombola Napoletana. In seguito ogni numero venne associato ad una parola napoletana, questo corrispondenza è chiamata Smorfia Napoletana.

Le regole della Tombola

Le regole della tombola sono molto semplici, ogni giocatore acquista le tessere, il costo delle tessere forma il montepremi, oggi diremmo il Jackpot. Poi si estraggono i numeri in modo casuale da un cesto o un contenitore chiuso, i partecipanti che sulla tessera hanno quel numero lo coprono, chi copre tutti i numeri della tessera ha fatto tombola.

Altre combinazioni intermedie sono: ambo, due numeri sulla stessa riga; terna, tre numeri sulla stessa riga; quaterna quattro numeri sulla stessa riga e cinquina, cinque numeri sulla stessa riga; a volte è presente anche il tombolino quando un partecipante fa tombola dopo che è già stata fatta in precedenza da un altro partecipante. Altra regola non sempre presente,  è la concomitanza di una stessa combinazione vincente sulla stessa riga, ad esempio due ambi sulla stessa riga o una ambo e una terno, a volte è consentito altre volte no. Solitamente si consente questa modalità se si vuole dare la possibilità a più partecipanti di vincere e per distribuire un maggior numero di premi.

Le schede sono formate da 15 numeri totali distribuiti su 3 righe dove sono compresi anche spazi vuoti.

Cartella della Tombola
esempio di cartella della Tombola

La Tombola è diventato nel tempo sempre più popolare in tutto il mondo, oggi si può giocare anche comodamente da pc o tablet e vincere e perdere soldi veri, questa modalità di gioco e vietata ai minorenni e deve essere giocata solo sui siti di gioco online autorizzati dallo stato riconoscibili verificando se espongono il marchio AAMS

Logo aams
Logo aams

Un ulteriore controllo che puoi fare e leggere in fondo alla home page dei sito e controllare che sia indicata il numero di licenza aams

esempio numero di concessione aams
esempio numero di concessione aams del sito tombola.it

Sui siti di gioco online si usano le regole del Bingo, che è il termine inglese che indica il gioco della tombola,  che ha regole leggermente diverse dal punto di vista delle combinazioni vincenti e per il sistema di jackpot che vengono usati. Se vuoi sapere come cominciare a giocare a tombola online con soldi veri puoi consultare il nostro sito.Salva

Salv

S